0906 – Abruzzo in moto

Eh si, forse siamo diventati vecchi o pigri ma questa volta non abbiamo organizzato noi il viaggio, abbiamo comprato un pacchetto e siamo partiti… e vi dirò che abbiamo fatto bene!

Iniziamo dal principio: quando su Mototurismo leggiamo di Abruzzo in Moto subito decidiamo di chiedere informazioni ed immediatamente qualcuno, che poi scopriremo essere il nostro compagno di viaggio (cicerone, guida, ecc… non credo si adattino come termini al nostro mondo di turisti a due ruote) Tony, ci risponde. Non entrerò nei dettagli dello scambio di mail ma sappiate solo che con una cifra veramente irrisoria abbiamo passato quattro giorni fantastici in Abruzzo compreso: mezza pensione in hotel 3 stelle e soprattutto Tony e tutte le foto che é riuscito a scattare!

Questa volta la gita é aperta anche alle famiglie, infatti Cinzia, Gisella e Laura ci accompagneranno affrontando il trasferimento in auto mentre l’Anziano, il Maroz ed io iniziamo il nostro viaggio la mattina di giovedì 9 con la pioggia che incombe. Prima tappa l’uscita della super a Porto Garibaldi dove mi incontro con Marco, ed il meraviglioso bauletto della Multi 😆, che ha preso acqua (e pure copiosa) per quasi tutto il percorso.

L’attesa dell’Anziano all’uscita della super

Ripartiamo e dopo poco arriviamo a Casalborsetti dove il Maroz ci aspetta stranamente in anticipo.

Arrivati a Casalborsetti…

Briefing prima della partenza: notate le grandi menti all’opera!

Dopo un briefing decidiamo di arrivare fino a Bagno di Romagna via E45 per poi arrivare sul Lago Trasimeno via Arezzo e Cortona per statali. Tutto va secondo i piani, con un po’di pioggia di tanto in tanto, fino ad Arezzo dove ci fermiamo per pranzo al Panini & Co., i panini sono veramente ottimi e li potete avere, oltre a quanto suggerito dal menù, anche come più vi piace.

Sosta a Bagno di Romagna

Parcheggio ad Arezzo. Notate l’incedere del motociclista sporco e cattivo che sta per mettere a ferro e fuoco…

Il panino al Panini & Co.!

D’altra parte qualcuno aveva già i tremori dalla fame!

Anche le moto han bisogno di rifocillarsi

Purtroppo dopo pranzo il tempo non é così clemente come al mattino e ci ritroviamo ben presto ad indossare l’antipioggia e a valutare di abbandonare il tour panoramico per rientrare nella monotonia della E45 che presenta comunque stranamente un fondo poco sconnesso. Il viaggio é un susseguirsi di pioggia e sole fino all’uscita dall’autostrada dove invece, a fronte di un panorama migliore, la pioggia inizia a battere forte mentre le nostre signore arrivano in albergo sane e… asciutte!

E tra una sosta in Autogrill

e un brindisi in allegria (con 4 €)

Qualcuno fa rifornimento con il temporale che incombe

La pioggia é talmente intensa che entra nell’antipioggia…ma l’Anziano non ha paura di nulla!

E finalmente anche i nostri eroi arrivano all’Hotel Filippone (consosciuto nei paesi anglosassoni come Philip One)

Statistiche…

…e percorso del giorno

Sulla serata poi non ci sono prove fotografiche, ma in Abruzzo si mormora che i nostri eroi abbiamo incontrato il buon Tony ma soprattutto abbiano incontrato gli arrosticini!

Inaspettatamente la mattina di venerdì si presenta soleggiata e, caricato il gruppo de “Le Zavorrine Abruzzesi” sulle moto, siamo pronti a partire per le nuove destinazioni!

La Rocket cura un po’di reumatismi al sole dopo una giornata umida!

Benzina e si parte per il Parco Nazionale d’Abruzzo

Poche spettacolari curve e arriviamo ad Anversa degli Abruzzi, un borgo bellissimo purtroppo tagliato fuori dalle vie ufficiali dalla nuova strada aperta quindi (come mi disse una volta il Cic): non affidatevi al navigatore, entrate in città, prendete un caffè nel bar in centro e fate sue passi!

Cocullo visto dalla strada, le donne ascoltano Tony raccontare della festa dei serpari… mentre i nostri eroi guardano le ruspe smontare la montagna sul retro😳

Merenda nel centro di Anversa degli Abruzzi

Arrivo ad Anversa

Il centro di Anversa

… ed é già l’ora di ripartire!

La strada per il lago di Scanno

Ripartenza con calma e ci si dirige verso Scanno ed il suo meraviglioso lago. La cittadina é poi veramente caratteristica con angoli che ti riportano indietro di secoli soprattutto se ci si infila, come abbiamo fatto noi, in una bottega orafa artigiana.

Dopo una passeggiata in paese ci si ferma al ristorante La Valle dove assaggiamo i prodotti tipici, peccato solo non ci fosse un posticino dove stendersi e far la digestione! Sotto una pioggerellina fine e poco fastidiosa si riparte per il grosso del giro, passiamo Sulmona (una città che é si la patria dei confetti ma nessuno vi dice che profuma anche di confetto), il piano delle 5 miglia (fantastico ma di cui non abbiamo foto vista la pioggia battente che veniva) e Pescasseroli prima di dirigerci nuovamente verso il FilippOne e i suoi arrosticini!

I confetti di Sulmona😍

Il circolo anziani di Sulmona si gemella con C&R (Marco é quello in mezzo)

Pescasseroli ed il meraviglioso lago di Barrea

Gioia dei Marsi alta

Statistiche del giorno

…e percorso!

Il mattino del sabato si presenta soleggiato e la nostra meta di oggi é Campo Imperatore ed il meraviglioso altopiano che lo circonda! Si imbocca la SS5, sosta a Rocca di Mezzo con giretto per il paese e merenda.

Ripartiti ci ritroviamo in una nuvola di moto e capiamo ben presto che la nostra meta sia molto gettonata non solo dai turisti ma anche dai locali. Naturalmente non mancano anche su queste strade quelli che si credono motociclisti solo perché hanno la moto e, con poco rispetto per chi si sta godendo il paesaggio e non sta facendo il Tourist Trophy, ti supera a destra e a manca mettendoti pressione. Personalmente sono molto polemico con questo modo di fare e per questo vi consiglio di guidare con prudenza e cercare di non innervosirvi di fronte a certi… personaggi!

Finito il sermone sulla guida sicura vi dico che ci siamo fermati al piazzale Marco Simoncelli (e subito ci viene spontaneo fare il paio con il circuito Marco Simoncelli di Misano cui abbiamo fatto visita nel primo viaggio della stagione e con quanto questo ragazzo abbia significato per la gente) per un po’di foto e di relax!

Altre foto nei video sotto

Finalmente iniziamo ad inerpicarci per la strada che ci porta verso Campo Imperatore quando ad un certo punto Tony si ferma per mostrarci il panorama, é a quel punto che il Maroz decide che la mucca va abbeverata! Scaricato il mono le ricorda che, nonostante l’aspetto da T-max, ha una parentela neanche troppo lontana con la GS e parte raggiungendo il laghetto che vedete nella foto sotto!

Questa sarà la foto del mio profilo per taaanto tempo!

Il cielo inizia ad annuvolarsi e se dobbiamo arrivare a Campo Imperatore per pranzo bisogna ripartire. É fantastico guidare per l’altopiano: il paesaggio lunare e le strade larghe incutono un senso di libertà e nello stesso tempo timore, dato dal sentirsi così piccoli al confronto, mai provata prima.

Campo Imperatore

Una scena da “Fascisti su Marte”. Maggio 1939: dopo un terribile viaggio ipodermico e sotto sale, i nostri eroi riprendono conoscenza ed atterrano sul pianeta rosso.

Ma una figura inquietante li osserva😂

Il mitico Tony intento a fotografarci

Finalmente si pranza, anche se con un panino, e si riparte verso Rocca Calascio dove una bella scarpinata ci porta al meraviglioso set di Ladyhawke.

I nostri eroi arrivano a Rocca Calascio

Ormai é il momento di rientrare al FilippOne ed ai nostri arrosticini quotidiani. Ahimè la gita sta volgendo al termine.

Percorso…

…e statistiche!

Ultimo giorno e sulla via di casa decidiamo di passare per L’Aquila con Tony che ci fa da guida. Notiamo con piacere che finalmente qualcosa si sta muovendo nella ricostruzione e vi consigliamo di andare a fare un salto se potete perché la città é bellissima e ogni euro portato é un aiuto per un luogo che, a causa della burocrazia, ancora attende di tornare allo splendore che gli spetta.

Dopo pranzo si riparte per casa e anche il meteo non é contento di questa scelta tant’é che non vi racconteremo nulla visto che c’è solo una cosa da dire: PIOGGIA!

Notate le gocce sui parabrezza

Direttamente da Armageddon… o da Marte?

Era tempo che ti aspettavo Philip One!

Statistiche del giorno

Percorso

Statistiche del viaggio

That’s all folks! Questa volta aggiungiamo solo i video per i percorsi chiedete a Tony di accompagnarvi: l’Abruzzo é una regione che va gustata con i suoi tempi e capita, per questo serve qualcuno che ve la illustri!

Buona strada gente!

Video C&R
Video Tony (C&R remix 😁)

Annunci