Il Terremoto

Il Terremoto é qualcosa cui noi della Pianura Padana non siamo abituati a pensare, qui preoccupano più le piene del Po, una notte di maggio del 2012 però ne abbiamo fatto la conoscenza. 

Ho chiaro il ricordo di quella notte, c’era l’annuale raduno degli amici Kantina Bikers a Berra e quella quella sera Cinzia ed io eravamo andati a cena là, abbiamo bevuto, mangiato, riso e scherzato poi noi a casa e loro nelle tende. Ero felice perché il raduno di solito é bagnato invece quella volta c’era caldo e con esso il tutto esaurito. Moto in garage e letto, poi la notte un boato e tutto si muove per qualche interminabile secondo, cerco di prendere il telefono sul comodino ma stranamente non ce la faccio. Mi sembra di essere ubriaco. Ad un certo punto tutto si ferma in un silenzio assoluto e realizziamo: il terremoto!

Quello che successe dopo é quello che succede sempre quando realizzi, ma la sensazione te la porti dentro e quando qualcosa si muove in modo anomalo inizi inconsciamente a farti delle domande: sarà il terremoto?

Stamattina ci siamo svegliati e ci han raccontato che il terremoto ha fatto sosta dagli amici del cento Italia. Subito il pensiero é andato al nostro giro in Abruzzo di giugno, da cui eravamo tornati entusiasti del fatto che la ricostruzione di L’Aquila stesse finalmente procedendo alacremente, e ad un giro tra Castelcucco e Norcia ad ottobre 2013 che tanto ci aveva entusiasmato per i paesaggi mozzafiato (primo fra tutti Castelluccio cui ho saputo essere caduto il campanile) di cui sotto vi do un assaggio. 

Non so voi ma a me esser nel posto sbagliato al momento giusto fa sempre un certo effetto. 

Siamo vicini al nostro amico Tony D’Amico, che tanto ama la sua terra e che soffre nel vedere tutto ricominciare da capo dopo 7 anni, e a tutti gli abitanti delle zone colpite dal sisma che tanto ci han fatto sentire a casa nelle nostre escursioni. 

Un abbraccio augurandoci ancora tanta buona strada insieme. 

C&R

Annunci