II Motoincontro Autotech – ULTIM’ORA

ATENZIONE!!!

Il Motoincontro organizzato per domani sabato 5 purtroppo non si farà per motivi meteo.

A questo punto proviamo per Domenica 6 maggio, anche se ancora il meteo risulta essere piuttosto incerto.  Ad ogni modo rimaniamo in contatto per aggiornarci sabato nel pomeriggio per vedere le previsioni meteo e decidere cosa fare.

Ci dispiace ragazzi ma capirete che col pericolo di pioggia é meglio non rischiare per far si che sia sempre una buona strada!

Annunci

Gentleman’s Ride

Dopo settimane in cui Google mi propone scaramucce verbali e non tra Marquez e Rossi per i fatti del GP di Argentina, oggi trovo questa foto.

Per i non addetti ai lavori, o chi semplicemente come me non riesce a vedere i canali Mediaset, quel signore che guida una Kawasaki si chiama Jonathan Rea anche detto il Cannibale: uno che negli ultimi anni ha vinto tutto in SBK (credo manchi solo la lotteria dei meccanici sul suo palmares), uno che non deve più dimostrare nulla tanto che la federazione ha persino introdotto una nuova regola che prevede l’abbassamento del numero di giri del motore per limitarne lo strapotere.

Il signore seduto sul sellino é Marco Melandri, pilota che ha corso ovunque con risultati altalenanti e dichiarazioni più o meno azzeccate (per usare un eufemismo).

Bene, quest’anno Melandri corre con Ducati e nei test di Brno cade (anche abbastanza rovinosamente), il buon Jhonathan Rea si ferma lo raccoglie e lo porta fino ai box entrando così in quel ristretto club di gentleman che han fatto lo stesso gesto.

Sotto una galleria tanto per ricordarli visto che é un gesto di altri tempi:

Petrucci riaccompagna ai box Iannone

Pascal Wehrlein riporta ai box Sebastian Vettel

Alonso accompagna Webber

Lo storico passaggio di Mansell a Senna nel 1991

Se non é un augurio di una buona strada questo!

Route des Grandes Alpes

Wikipedia definisce la Routes des Grandes Alpes come:

un itinerario stradale lungo 684 km che attraversa le Alpi francesi da nord a sud passando per 16 valichi alpini di cui 6 a più di 2.000 m di altezza. La route parte da Thonon-les-Bainsed arriva a Mentone dopo aver superato 15.713 metri di dislivello. L’itinerario fu realizzato con la costruzione di numerosi tronconi di strade che collegavano altre strade già esistenti alla fine del XIX secolo ed all’inizio del XX secolo.

Il percorso é lungo e tortuoso e molti ne parlano come il paradiso dei motociclisti e, con un biglietto da visita del genere, stiamo iniziando a valutare una capatina quest’estate, indicativamente dal 5 all’8 luglio.

Si pensava di partire la mattina, imboccare l’autostrada fino a Piacenza e di li dirigersi in Val d’Aosta con una deviazione al Col de Nivolet (su grande richiesta dell’anziano). Pernottamento quindi sul confine con la Svizzera per iniziare il giorno successivo la Ruote des Grandes Alpes per una due giorni che ci porterà a:

Di li si torna a casa il quarto giorno.

É ancora tutto in bozza ma una quattro giorni così sarebbe veramente una avventura per noi ed i nostri mezzi… chissà magari si realizza! Intanto un po’ di panorami!

Essere motociclisti e Buon Natale


Quest’anno non mi dilungo in auguri, cosa abbiamo fatto, ecc… ma voglio fare un regalo a tutti facendovi conoscere Vanni Oddera e la sua Mototerapia. Scopritelo (io ne sono un fan sfegatato) nei prossimi video:

Vi presento Vanni

Vanni ed Ilaria

Freestyle Hospital

Suggerimento per i regali di Natale

Che vi dicevo? Questo si che é essere motociclisti!

Buon Natale e buona strada a tutti!

DGR 2017 – It’s Florence’s time!

É da poche settimane arrivato l’invito ad iscriversi al DGR 2017, previsto per il 24 settembre in moltissime città del mondo e anche d’Italia (quindi non avete scuse). Vi ricordo che la manifestazione ha scopo benefico e che é comunque una grande festa aperta a tutti, famiglie incluse, in cui potrete vedere tanti mezzi classici e soprattutto dare sfogo a tutta la vostra eleganza!

La nostra meta per quest’anno sarà Firenze dove, come l’anno scorso, troveremo ad attenderci Alessandro, questa volta con la sua nuova HD, e magari qualcuno che a Firenze ci abita (a buon intenditor…)!

Per l’occasione abbiamo inoltre deciso di metterci in prima linea e vedere se i nostri amici vogliono partecipare o comunque solamente sostenere la causa con una nostra raccolta fondi che trovate al seguente link: https://www.gentlemansride.com/fundraiser/curveristoranti (tranquilli verserete direttamente sul sito ufficiale).

Non mi resta da chiedervi altro se non contribuire e magari unirvi a noi nel nostro: ride dapper!

Sondaggio: come ci vedreste col kilt? Se riceveremo almeno 100 like all'articolo valuteremo seriamente questa soluzione! 😉

Sondaggio: come ci vedreste col kilt? Se riceveremo almeno 100 like all’articolo valuteremo seriamente questa soluzione! 😉

Peak to Peak 2017

16/17 Settembre 2017

 Curve&Ristoranti organizza il:

Anche quest’anno a settembre e precisamente il 16 ed il 17 Curve&Ristoranti organizza il giro di fine stagione.

Al posto dell’ormai noto Coast To Coast ,per questo fine 2017, abbiamo pensato ad un motogiro all’insegna delle curve divagando per le strade più belle dell’appennino al confine tra Toscana, Marche ed Umbria.

Si parte il sabato alle 9 con ritrovo al distributore ENERCOOP in via Carretti 1 vicino all’IPERCOOP le Mura.

Da lì si va verso il passo della Raticosa via Monterenzio, dopo il caffè  torniamo indietro per un tratto di strada poco frequentato ma molto bello che ci porterà a Castel del Rio.

Arrivati a Castel del Rio si fa un pezzo della classica strada che porta a Firenzuola fino ad incrociare la bellissima Provinciale della Faggiola che ci porterà a Palazzuolo Sul Senio.

Poi Sambuca e la Colla per giungere all’ora di pranzo sul Muraglione.

Dopo pranzo direzione San Sepolcro dove si passerà la notte, con la possibilità di mettere le moto in garage.

http://www.albergofiorentino.com/

https://goo.gl/maps/6ETzCrgQc4D2

La mattina sveglia presto colazione   e   pronti per scalare il valico di BOCCA SERRIOLA e BOCCA TRABARIA per poi giungere all’ora di pranzo allo Stop & go.

Il ristorante si trova in cima al valico dello Spino una bellissima strada famosa per le gare di cronoscalata.

Si scenderà poi verso Bibbiena e da lì Firenzuola, Imola e ritorno a Ferrara.

https://goo.gl/maps/qHbVG58pS6r

Vi chiedo di darci conferma entro il 28/29 Agosto in modo che ci sia possibile prenotare con anticipo l’albergo.

Vi aspettiamo!!

Stelviata 2017

Tutto vero, quest’anno siamo partiti un po’in sordina: moto rotte, figli piccoli, richiami della casa (sia da quella motociclistica che dall’aspirapolvere), ma col bel tempo siamo ripartiti con le nostre attività!

E’per questo che, dopo il 4050 ed il primo motoincontro Autotech, il prossimo impegno sarà la classica di mezza estate: la Stelviata!

Quest’anno l’Anziano ha fatto richiesta ufficiale di visitare, durante il giro, il Top Mountain Motorcycle Museum sul passo Rombo e chi sono io per non accontentarlo?

Devo dire la verità: non é stato facile inserirlo visto che, seppur vicino, é un po’fuori mano rispetto al giro classico e soprattutto perché ne voglio approfittare per passare dal lago di Resia, che é una delle mete più desiderate e che per vari motivi non son mai riuscito a vedere.

Detto ciò le soluzioni per accontentare tutti sono 2: 

– 3 giorni con trasferimenti per strade secondarie riducendo al minimo l’uso delle autostrade e godersi così il pesaggio:

Incontro a Polesella e autostrada fino a Piovene Rocchette: Google Maps

Da Piovene Rocchette a Santa Caterina: Google Maps

Da Santa Caterina a Solden via Stelvio e lago di Resia Google Maps

Notte in Austria, passo rombo con visita al museo poi fino a Bolzano Sud: Google Maps

Autostrada da Bolzano Sud fino a casa (tanto é sempre quella roba che vediamo tutti gli anni e c’é un traffico da matti ogni volta): Google Maps

– 2 giorni con dei trasferimenti piuttosto lunghi in autostrada per privilegiare poi il panorama dove é più emozionante, ma soprattutto con l’esclusione del Maso dello Speck (grande perdita):

Giorno 1: Google Maps

Giorno 2: 1a parte2a parte

Definita la durata e la portata del viaggio sono poi da scegliere le date. Le proposte sono: weekend dell’8 luglio o il successivo del 15. Naturalmente nel caso di una 3 giorni si deciderà anche se aggiungere il venerdì o il lunedì!

Ora tocca a voi dirci chi viene e soprattutto quale delle soluzioni preferite!

Intanto buona strada!

Primo Motoincontro Autotech 2017

Ancora frastornati dal 4050 ed in preda alla depressione post-giro, soprattutto dopo una settimana in cui non c’è stata la possibilità di girare in moto causa maltempo, stiamo già pensando a nuove iniziative. Ecco qui che l’Anziano ha voluto proporre qualcosa di nuovo! Che ne dite? Siete dei nostri?

Buona strada a tutti!

​Ciao ragazzi!

Il giorno 27 maggio ’17 organizziamo insieme agli amici di Curve & Ristoranti il primo motoincontro Autotech 2017.

Si tratta di un giro in moto senza impegni e vincoli particolari, fatto giusto per riunire chi come noi ha la passione per le 2 ruote, aperto a tutti i tipi di moto e pensato per divertirsi senza il patema del “tempo sul Giro”.

Ci si ritrova al distributore EnerCoop di Ferrara in Via Lanfranco Caretti, 1, dalle 08,30 alle 09,00.

Da lì si parte per il passo della Raticosa passando per Molinella e Monterenzio.

Arrivati in cima breve sosta per un caffè.

Si scenderà poi sul versante toscano attraversando Barberino di Mugello, borgo San Lorenzo, Vicchio per poi salire sul Passo del Muraglione dove ci fermeremo per il pranzo.

Non abbiamo organizzato grandi cose per il pranzo, abbiamo pensato ad un veloce panino giusto per non legarci ad orari e vincoli dettati da eventuali impegni presi col ristorante.

Finito il pranzo e valutando l’orario le idee per l’itinerario del ritorno sono  2:

La prima, quella più veloce, scendere il muraglione sul versante Romagnolo e tornare a Ferrara passando per Forlì, Faenza, Lugo, Argenta.

La seconda opzione, se rimane del tempo, sarebbe quella di scendere sempre sul versante Romagnolo per poi prendere all’altezza di San Benedetto In Alpe la direzione verso Marradi, da lì poi si va a Palazzuolo Sul Senio, Castel del Rio, per poi rientrare a Ferrara passando per Imola.

Questa seconda opzione è decisamente più interessante da fare perché si attraversa un tratto molto bello dell’appenino, la strada è un pochino stretta e non consente andature veloci ma il panorama offerto da questi luoghi è veramente bello.

Con la speranza di avervi tra i nostri vi metto qui sotto i 2 link con i percorsi.

Cordialmente 

Marco.

Itinerario veloce

Itinerario panoramico 

40-50

Il 2017 é per C&R un anno speciale, infatti mentre l’anziano spegnerà le 50 candeline (speriamo abbia fiato abbastanza) il sottoscritto ne spegnerà 40 (sto andando in piscina a tal proposito per arrivare preparato al 26 settembre), abbiamo pertanto deciso di celebrare l’evento con un viaggio speciale tra nord della Sardegna a Corsica dal 22 al 27 aprile.

Qui sotto trovate un po’di informazioni nel caso foste interessati ad unirvi al viaggio o solo come spunto per percorrere anche voi queste strade:

22 Arrivo a Livorno, traghetto e traversata durante la notte

23 Da Olbia/Golfo Aranci ad Alghero

24 Da Alghero a Santa Teresa di Gallura

Sardegna

25 Passaggio in Corsica risalendo per il centro fino a Bocognano

26 Lungo la Costa fino a San Fiorenzo

27 Giro del “dito” e a Bastia per prendere il traghetto verso Livorno e a casa via autostrada

Corsica

Qui la lista degli Alberghi (credo si vedano anche i prezzi per 4 persone)

Booking

Abbiamo anche già abbozzato un logo per l’occasione ma il nostro grafico di fiducia sta già lavorando alla versione ufficiale!

img-20161120-wa0002

A presto e fatevi avanti nel caso voleste unirvi, nel frattempo buona strada a tutti!

Il Terremoto

Il Terremoto é qualcosa cui noi della Pianura Padana non siamo abituati a pensare, qui preoccupano più le piene del Po, una notte di maggio del 2012 però ne abbiamo fatto la conoscenza. 

Ho chiaro il ricordo di quella notte, c’era l’annuale raduno degli amici Kantina Bikers a Berra e quella quella sera Cinzia ed io eravamo andati a cena là, abbiamo bevuto, mangiato, riso e scherzato poi noi a casa e loro nelle tende. Ero felice perché il raduno di solito é bagnato invece quella volta c’era caldo e con esso il tutto esaurito. Moto in garage e letto, poi la notte un boato e tutto si muove per qualche interminabile secondo, cerco di prendere il telefono sul comodino ma stranamente non ce la faccio. Mi sembra di essere ubriaco. Ad un certo punto tutto si ferma in un silenzio assoluto e realizziamo: il terremoto!

Quello che successe dopo é quello che succede sempre quando realizzi, ma la sensazione te la porti dentro e quando qualcosa si muove in modo anomalo inizi inconsciamente a farti delle domande: sarà il terremoto?

Stamattina ci siamo svegliati e ci han raccontato che il terremoto ha fatto sosta dagli amici del cento Italia. Subito il pensiero é andato al nostro giro in Abruzzo di giugno, da cui eravamo tornati entusiasti del fatto che la ricostruzione di L’Aquila stesse finalmente procedendo alacremente, e ad un giro tra Castelcucco e Norcia ad ottobre 2013 che tanto ci aveva entusiasmato per i paesaggi mozzafiato (primo fra tutti Castelluccio cui ho saputo essere caduto il campanile) di cui sotto vi do un assaggio. 

Non so voi ma a me esser nel posto sbagliato al momento giusto fa sempre un certo effetto. 

Siamo vicini al nostro amico Tony D’Amico, che tanto ama la sua terra e che soffre nel vedere tutto ricominciare da capo dopo 7 anni, e a tutti gli abitanti delle zone colpite dal sisma che tanto ci han fatto sentire a casa nelle nostre escursioni. 

Un abbraccio augurandoci ancora tanta buona strada insieme. 

C&R