Un nuovo anno di piccoli cambiamenti

Con la stagione aperta il 2 marzo grazie al bel tempo sono iniziati i giretti dei weekend come solito tra Raticosa, Muraglione e Giogo. Con noi quest’anno il Maroz si é palesato solo una volta mentre si fa sempre più frequente la presenza del buon Vincenzi e della sua KTM Duke 790.

A fine marzo poi mi sono diretto in Francia per l’Alpine Classique, manifestazione che non merita il viaggio ma che si é salvata solo grazie alla straordinaria compagnia di Fabio, Paolo e Davide, la strada che in parte condivide con la Ruote des Grandes Alpes ed i luoghi meravigliosi visitati (i francesi sono più bravi di noi a vendere i loro eventi).

Rientrato con la Turismo che per l’ennesima volta brucia il sensore della frizione, man mano che i giretti del weekend passano comincio ad avere l’ansia da appiedamento e prendo una decisione drastica: si ritorna ad una giapponese!

I ragazzi del gruppo MV Agusta Turismo Veloce a quel punto mi hanno invitato a spiegare le mie ragioni direttamente in azienda in una meravigliosa giornata presso la casa madre.

L’Anziano intanto, in squadra con Vincenzi, si da all’endourance con le OhVale a Misanino.

In vista dei 3 appuntamenti in pista tra maggio e giugno preparando il Mostro…

…per ora é tutto gente! Ci sentiamo tra qualche settimana con tante foto e video dai circuiti del nord Italia, intanto… buona strada a tutti!

Intanto il Maroz si prepara per… ehm diciamo la pista!

Annunci

Un lungo inverno

Ieri l’Anziano ed io abbiamo ufficialmente riaperto la stagione!

Ma cosa é successo in questi 5 mesi?

Intanto abbiamo partecipato al DGR in cui anche il Maroz era dei nostri! Guardatevi un po’ di foto…

Dopo il DGR pensavamo di aver chiuso la stagione con un giretto tra i passi del Cerreto e della Cisa in cui io ho conosciuto i ragazzi del gruppo Turismo Veloce che mi han fatto notare che la mia trasmissione aveva qualcosa di strano (ma di quello ne parliamo più avanti).

Alla volta di fine ottobre però Marco propone di chiudere alla grande con un’uscita in pista e io accetto scoprendo che… mi piace! 😁

Fortunatamente il tempo é stato clemente e ci ha consentito anche una ultima uscita a novembre col solito giro TPER sulla Raticosa.

Ma come sempre é arrivata la chiusura ufficiale della stagione con un nuovo iscritto al club di C&R…

…quindi un nuovo anno inizia con una sorpresa per la mia Turismo Veloce: mozzo posteriore disintegrato 😭

Ma grazie al buon cuore di MV AGUSTA e soprattutto a Marcello e Gabriele della concessionaria Bestmotors di Rovigo che si sono interessati ed interfacciati con la casa madre per far passare in garanzia una rottura che sulle prime sembrava a titolo oneroso la Turismo torna in pista!

Finalmente inizia la stagione 2019 con un giretto sui colli Euganei ed una serie di avventure già programmate ed altre che di sicuro si aggiungeranno lungo la strada! Buona strada a tutti allora é buon 2019!

Facciamo 3 passi… atto II

Quest’anno di giri ne abbiamo fatto ben pochi: chi preferisce stare in ufficio il sabato, chi ha venduto la moto, chi non riesce mai ad incastrare gli impegni…

Con l’anziano era un po’che si diceva “dobbiamo organizzare qualcosa con tutti” ed il “la” é stato dato dal mio incontro con Gianni settimana scorsa in pista ad Adria per la prova delle nuove Kawasaki Z900RS (gran mezzo tra l’altro).

In due e due quattro contatto il gruppo via Whatsapp su una chat che ormai rimane viva solo per gli auguri di Natale e magicamente qualcosa si muove!

Guardatevi il video sopra e vedrete che eravamo in un bel gruppetto e ci ha raggiunti persino Enrico in bici!

Se poi considerare anche la presenza del Vents (che non vedremo mai più visto l’ora del rientro) siamo veramente di fronte ad eventi storici!

Partenza da Polesella alle 7.45, Valdobbiadene, Castelbrando, passo San Boldo, birreria Pedavena, passo Croce d’Aune, passo Brocon e a casa per le 20. Il classico 3 passi fatto dall’Anziano ed il sottoscritto nel 2014.

Pare un ottimo auspicio per il 2019! Quindi buona strada a tutti!

Nel frattempo in altri luoghi…

Motoincontro Autotech – il sopralluogo

ATTENZIONE leggi qui

Video sopralluogo

Come dicevo nell’articolo Happy ride year in previsione del Motoincontro Autotech 2018 ieri mattina sopralluogo del percorso.

Giovedì mattina l’anziano se ne esce con un messaggio il cui significato era più o meno: sabato mattina ore 10 all’Enercoop e giretto in moto! Io aderisco immediatamente e ieri mattina alle 10 mi presento sul luogo del misfatto per scoprire che é in programma il sopralluogo del percorso del Motoincontro, benzina e via!

Purtroppo ben presto scopro che il pomeriggio precedente passato a scavare buchi con il badile per il cortile di casa non mi ha lasciato indifferente, cosa che comunque volge a nostro vantaggio in quanto i frequenti stop ci permettono di simulare i rallentamenti da gruppo che ci saranno il 5 maggio.

Imboccata la strada verso Molinella ci si dirige poi verso Budrio e lo chalet della Raticosa. Di lì l’anziano mi mostra una nuova strada veramente fantastica in cui già stiamo programmando qualche ripresa con tutti gli ammennicoli tecnologici di cui Marco ed io ci stiamo circondando negli ultimi mesi. Fra verde e bei panorami raggiungiamo ben presto Castel del Rio e Passo della Sambuca per poi scendere verso il rifugio della Colla dove ci fermiamo per un panino ed ammirare alcune moto tra cui una fantastica V4 S!

Passo del Muraglione é la tappa successiva dove ci fermiamo a respirare quell’aria che lo accomuna con la Raticosa ed il Mugello. Rinfrancati si scende verso Forlì e Ravenna per poi arrivare a casa stanchi ma convinti che, se il tempo tiene, il 5 sarà un’altra giornata da ricordare!

Buona strada e vi aspettiamo il 5! L’anziano sta studiando pure le magliette!

Foto artistiche dell’Anziano

Happy ride year!

Video Youtube

Come di tradizione, sarà l’età o gli impegni che aumentano, ma l’apertura di stagione si sposta sempre più avanti.

Nello specifico quest’anno ci sono: moto richiamate a febbraio che ad aprile non si sono ancora presentate in strada, gente che ha sostituito la moto con l’aspirapolvere e qualcuno che si ammala e deve stare al calduccio… al tutto aggiungi un inverno che non voleva finire ed eccoci che la stagione parte più veloce del blog!

L’anziano ed io ci siamo trovati già sabato scorso per un primo giretto nella sacca di Scardovari mentre ieri abbiamo testato il percorso per il motoincontro Autotech.

Ma andiamo con ordine, sabato 7 aprile, mentre il Maroz era allegramente a spolverare col suo aspirapolvere deluxe, l’anziano ed io ci troviamo a Jolanda per un giretto nel Delta del Po. Partenza, strade basse fino a Codigoro e Abbazia di Pomposa poi via verso Goro e Gorino dove attraversiamo il nostro primo ponte di barche che ci porta sull’isola del Bacucco. Lì il mondo ha altri ritmi ed il bigliettaio, che fa solamente un biglietto alla volta e per ognuno rientra per prendere scontrino e resto, mette subito in chiaro al gruppo di milanesi in moto che ci precede che non c’é fretta. Pagato anche il nostro biglietto con tutta la calma del caso si procede con panorami mozzafiato fino al prossimo ponte di barche che ci porta alla sacca di Scardovari con secondo teatrino per il biglietto e per i milanesi che poi ci superano nervosi sul ponte a forte velocità in barba alle indicazioni di procedere a passo d’uomo (mi sa che avessero un apericena o un evento nel loft che li aspettava… lo scopriremo nella prossima puntata di NONSOLOMODA). Con un paio di soste al Marina ’70 e di fronte ai casolari dei pescatori arriviamo in fretta a Porto Barricata per poi dirigerci verso Porto Tolle e passare a Pila e Boccasette da dove, superato l’ennesimo ponte di barche stavolta non a pagamento, si raggiunge tramite un piccolo sterrato la strada in laguna che ci porta a Porto Levante. Con il sole che tramonta sulla darsena qui ci concediamo un aperitivo a suggellare l’inizio della nuova stagione in moto!

Buona strada e buon 2018!

…mentre il Maroz cavalca il mezzo ufficiale 2018

Route des Grandes Alpes

Wikipedia definisce la Routes des Grandes Alpes come:

un itinerario stradale lungo 684 km che attraversa le Alpi francesi da nord a sud passando per 16 valichi alpini di cui 6 a più di 2.000 m di altezza. La route parte da Thonon-les-Bainsed arriva a Mentone dopo aver superato 15.713 metri di dislivello. L’itinerario fu realizzato con la costruzione di numerosi tronconi di strade che collegavano altre strade già esistenti alla fine del XIX secolo ed all’inizio del XX secolo.

Il percorso é lungo e tortuoso e molti ne parlano come il paradiso dei motociclisti e, con un biglietto da visita del genere, stiamo iniziando a valutare una capatina quest’estate, indicativamente dal 5 all’8 luglio.

Si pensava di partire la mattina, imboccare l’autostrada fino a Piacenza e di li dirigersi in Val d’Aosta con una deviazione al Col de Nivolet (su grande richiesta dell’anziano). Pernottamento quindi sul confine con la Svizzera per iniziare il giorno successivo la Ruote des Grandes Alpes per una due giorni che ci porterà a:

Di li si torna a casa il quarto giorno.

É ancora tutto in bozza ma una quattro giorni così sarebbe veramente una avventura per noi ed i nostri mezzi… chissà magari si realizza! Intanto un po’ di panorami!

DGR 2017 – Rain dapper!

Eccoci di ritorno dal DGR di Firenze. Intanto diciamo subito una cosa: quest’anno ci siamo concessi un po’di giorni con le famiglie per la manifestazione.

Cinzia ed io siamo partiti venerdì in direzione Siena per poi tornare verso Firenze il sabato dove ci hanno raggiunto gli altri eroi.

Innanzitutto un doveroso ringraziamento ad Enrico che non solo ci ha trovato 3 splendide camere all’Hotel Universo in piena piazza Santa Maria Novella ma ci ha pure prenotato un fantastico ristorante chiamato B.O.R.G.O. entrambi da provare:

– hotel con staff gentilissimo che ci ha anche tenuto le valige e fatto cambiare quando siamo tornati dal DGR;

– ristorante con proprietario simpaticissimo con prodotti di alta qualità: fantastico tutto dall’humus e tutti gli antipasti, al risotto, la carne, fino al dolce ed agli amari.

Purtroppo domenica 24 la manifestazione si é svolta tra nuvole e pioggia a Firenze con i partecipanti che dall’iniziale numero di oltre 500 sono stati alla fine circa 300, ma godetevi un po’ le foto che trovate qui sotto é diteci se non vi piacerebbe essere stati con noi!

A presto e buona strada, chissà dove ci porterà quella del DGR 2018?

Peak to Peak 2017

16/17 Settembre 2017

 Curve&Ristoranti organizza il:

Anche quest’anno a settembre e precisamente il 16 ed il 17 Curve&Ristoranti organizza il giro di fine stagione.

Al posto dell’ormai noto Coast To Coast ,per questo fine 2017, abbiamo pensato ad un motogiro all’insegna delle curve divagando per le strade più belle dell’appennino al confine tra Toscana, Marche ed Umbria.

Si parte il sabato alle 9 con ritrovo al distributore ENERCOOP in via Carretti 1 vicino all’IPERCOOP le Mura.

Da lì si va verso il passo della Raticosa via Monterenzio, dopo il caffè  torniamo indietro per un tratto di strada poco frequentato ma molto bello che ci porterà a Castel del Rio.

Arrivati a Castel del Rio si fa un pezzo della classica strada che porta a Firenzuola fino ad incrociare la bellissima Provinciale della Faggiola che ci porterà a Palazzuolo Sul Senio.

Poi Sambuca e la Colla per giungere all’ora di pranzo sul Muraglione.

Dopo pranzo direzione San Sepolcro dove si passerà la notte, con la possibilità di mettere le moto in garage.

http://www.albergofiorentino.com/

https://goo.gl/maps/6ETzCrgQc4D2

La mattina sveglia presto colazione   e   pronti per scalare il valico di BOCCA SERRIOLA e BOCCA TRABARIA per poi giungere all’ora di pranzo allo Stop & go.

Il ristorante si trova in cima al valico dello Spino una bellissima strada famosa per le gare di cronoscalata.

Si scenderà poi verso Bibbiena e da lì Firenzuola, Imola e ritorno a Ferrara.

https://goo.gl/maps/qHbVG58pS6r

Vi chiedo di darci conferma entro il 28/29 Agosto in modo che ci sia possibile prenotare con anticipo l’albergo.

Vi aspettiamo!!

Stelviata 2017

Tutto vero, quest’anno siamo partiti un po’in sordina: moto rotte, figli piccoli, richiami della casa (sia da quella motociclistica che dall’aspirapolvere), ma col bel tempo siamo ripartiti con le nostre attività!

E’per questo che, dopo il 4050 ed il primo motoincontro Autotech, il prossimo impegno sarà la classica di mezza estate: la Stelviata!

Quest’anno l’Anziano ha fatto richiesta ufficiale di visitare, durante il giro, il Top Mountain Motorcycle Museum sul passo Rombo e chi sono io per non accontentarlo?

Devo dire la verità: non é stato facile inserirlo visto che, seppur vicino, é un po’fuori mano rispetto al giro classico e soprattutto perché ne voglio approfittare per passare dal lago di Resia, che é una delle mete più desiderate e che per vari motivi non son mai riuscito a vedere.

Detto ciò le soluzioni per accontentare tutti sono 2: 

– 3 giorni con trasferimenti per strade secondarie riducendo al minimo l’uso delle autostrade e godersi così il pesaggio:

Incontro a Polesella e autostrada fino a Piovene Rocchette: Google Maps

Da Piovene Rocchette a Santa Caterina: Google Maps

Da Santa Caterina a Solden via Stelvio e lago di Resia Google Maps

Notte in Austria, passo rombo con visita al museo poi fino a Bolzano Sud: Google Maps

Autostrada da Bolzano Sud fino a casa (tanto é sempre quella roba che vediamo tutti gli anni e c’é un traffico da matti ogni volta): Google Maps

– 2 giorni con dei trasferimenti piuttosto lunghi in autostrada per privilegiare poi il panorama dove é più emozionante, ma soprattutto con l’esclusione del Maso dello Speck (grande perdita):

Giorno 1: Google Maps

Giorno 2: 1a parte2a parte

Definita la durata e la portata del viaggio sono poi da scegliere le date. Le proposte sono: weekend dell’8 luglio o il successivo del 15. Naturalmente nel caso di una 3 giorni si deciderà anche se aggiungere il venerdì o il lunedì!

Ora tocca a voi dirci chi viene e soprattutto quale delle soluzioni preferite!

Intanto buona strada!